Cookie Policy 10 mete perfette da visitare nel mese di giugno - 43nord
Consigli di Viaggio

Dove andare in vacanza a giugno?

Le prime 10 destinazioni in Italia e nel Mondo dove trascorrere una bella vacanza nel mese di giugno

Siete alla ricerca della destinazione perfetta per andare in vacanza a giugno? 43nord vi porta alla scoperta delle migliori destinazioni da esplorare nella tarda primavera o all’inizio dell’estate, quando le giornate sono lunghissime ma l’alta stagione deve ancora iniziare. Mete low cost, città d’arte e mare da sogno. Ecco dove andare a giugno!

1. Isole Lofoten

Le Isole Lofoten si trovano nel nord della Norvegia oltre il circolo polare artico ma, nonostante ciò, il clima è molto più mite rispetto ad altre parti del mondo (a parità di latitudine) grazie alla corrente del Golfo. Il periodo che va tra la fine di maggio e la prima metà luglio è un periodo perfetto per visitarle perché vi si può ammirare il sole di mezzanotte, ovvero quel fenomeno per cui il sole non tramonta mai, rimanendo sempre sopra la linea dell’orizzonte. Le isole Lofoten sono un paradiso per gli amanti della natura. Grazie al loro paesaggio variegato, si può fare trekking, sciare, pescare, provare il rafting nell’oceano o le immersioni subacquee. Le Lofoten sono anche uno dei migliori siti in Norvegia per il surf, e uno dei più settentrionali al mondo.

Dove andare a giugno - isole Lofoten
Veduta dall’alto delle Lofoten
Le Lofoten sono uno dei posti migliori per vedere l’Aurora Boreale
guarda le nostre offerte di viaggio

2. San Pietroburgo

La seconda città più importate della Russia è meravigliosa in ogni stagione, ma non c’è dubbio che a giungo, durante il famoso periodo delle notti bianche, la città si presenta agli occhi dei visitatori al picco del suo fascino. Le “Notti Bianche” in realtà non sono una prerogativa di San Pietroburgo perchè si manifestano in tutte le località che si trovano ad una determinata latitudine,  ma è qui che sono divenute famose e sono state decantate da poeti e scrittori. Quando la luce solare si riflette sulle bellezze architettoniche della città, tutto diventa davvero magico e fiabesco. Perdetevi tra le mille sale del Museo Hermitagead ammirare le opere degli artisti più importanti del mondo, visitate la Chiesa del Sangue Versato con i suoi incredibili mosaici colorati, prima di concludere la giornata passeggiando lungo le rive dei canali ammirando i riflessi del sole che si specchiano sull’acqua.

guarda le nostre offerte di viaggio
Dove andare a giugno - San Pietroburgo

3. Isole Eolie

Le sette isole che compongono l’arcipelago delle Eolie (Lipari, Vulcano, Salina, Panarea, Stromboli, Filicudi e Alicudi) emergono come un paradiso dalle acque blu cobalto al largo della costa orientale della Sicilia e, non a caso, sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO nel 2000. Molto frequentate dai turisti sia italiani che stranieri a luglio e agosto, a giugno riuscirete a godervele fuori dalla folla e dal caro prezzi.   Lipari è l’isola più grande, mentre la più piccola è Panarea, molto amata dal jet set internazionale. Salina, è invece famosa per aver fatto da scenografia nel film Il postino di Massimo Troisi, Vulcano famosa per le terme, i fanghi e l’acqua sulfurea, e Stromboli, con il suo vulcano sempre attivo. Infine Filicudi e Alicudi sono le più riservate e sono particolarmente apprezzate da chi vuole rilassarsi. Non vi resta che scegliere!

guarda le nostre offerte di viaggio
Dove andare a giugno - Isole Eolie

4. Toscana

Tra le mete che vi consigliamo di visitare a giugno non potevamo non inserire la nostra Toscana, forse la regione più amata d’Italia dai turisti di tutto il mondo. A giugno le giornate sono piacevoli e lunghe, ma il caldo non è ancora asfissiante come a luglio e agosto. Secondo l’UNESCO, Firenze contiene la più alta concentrazione di opere d’arte universalmente riconosciute del mondo, dal Duomo di Brunelleschi agli affreschi della Cappella Brancacci di Masaccio. Al di là dei musei e dei capolavori del Rinascimento italiano però, fra le colline della Toscana si celano tante altre piccole perle: lo splendore gotico di Siena, il profilo di San Gimignano, le vigne del Chianti, le mura perfette di Lucca, la Piazza dei Miracoli e molto altro ancora. Quale migliore occasione per riscoprire l’incredibile patrimonio architettonico e paesaggistico del nostro Belpaese?

guarda le nostre offerte di viaggio
Dove andare a giugno - Toscana

5. Seychelles

Benvenuti in Paradiso! Conosciute per la natura unica, le spiagge da sogno e le caratteristiche rocce, le Seychelles risplendono come diamanti incastonati tra le acque dell’Oceano Indiano. A giugno vi soffiano gli alisei, il clima è fresco e asciutto, ed è il mese perfetto per esplorarle. La cornice paradisiaca di queste isole (che sono ben 115) ne fa la meta prediletta per i giovani sposi, ma a chi cerca qualcosa di più dell’abbronzatura e del relax, l’arcipelago offre attività impegnative come il trekking all’interno delle isole o lungo la costa, escursioni in barca, immersioni e snorkeling. Tra l’altro, al di là di quello che si possa pensare, le Seychelles si possono visitare anche senza budget impressionanti: oltre alle note strutture extralusso, l’arcipelago offre molte strutture indipendenti e guesthouse a gestione familiare. Il paradiso non può attendere!

guarda le nostre offerte di viaggio
dove andare a giugno - Seychelles

6. Botswana

Il Botswana, situato nell’Africa australe a nord del Sudafrica, è formato da un altopiano dell’altezza di 1000 mt. sopra il livello del mare. Il suo territorio è per lo più occupato dal deserto del Kalahari per la scarsità di piogge che cadono nel paese. Ricca di specie animali, oltre agli esemplari tipici dei safari potete trovare diverse varietà di serpenti e di uccelli raccolti nei pochi bacini d’acqua esistenti nel paese. Presso il fiume Okavango si concentra una buona quantità di esemplari di animali ospitati in una riserva naturale e qui vivono anche molti uomini della popolazione indigena. La particolarità del fiume è che sfocia in una zona desertica, disperdendosi nel terreno sabbioso. Durante il vostro viaggio in Botswana non potete farvi mancare una visita del sito archeologico di Tsodilo nel deserto del Kalahari verso il confine con la Namibia, che vanta una ricca quantità di disegni rupestri dell’età preistorica e definito Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. L’area è considerata un luogo sacro per i Boscimani e vanta più di 4500 disegni ed incisioni varie scavate nelle rocce. Appena oltre il confine con il Zimbabwe potrete anche visitare le spettacolari cascate Vittoria, le cui acque si tuffano in una gola profonda ammirabile dalla sponda che si affaccia difronte. Il periodo migliore per una visita del Botswana va da aprile a settembre, quando il caldo non è eccessivo ed il clima è secco e la scarsa vegetazione permette la ricerca degli animali selvatici con più facilità.

guarda le nostre offerte di viaggio

7. Namibia

La Namibia, una terra selvaggia in un angolo occidentale dell’Africa meridionale, èin gran parte desertica, coperta da un terriccio che sfuma dal color rosso, al rosa, all’arancione e all’oro. E’ caratterizzata da distese rocciose, dune sabbiose e panorami lunari e aridi direttamente affacciati alla costa sul mare ad ovest, mentre verso est iniziano ad alzarsi gli altopiani con un sali e scendi che prosegue fino al deserto del Kalahari al confine con il Botswana. E’ anche terra di safari, dove ammirare gli esemplari tipici africani, giraffe, elefanti, leoni, zebre, solo per citarne alcuni. Troverete spettacolari panorami nel Deserto di Namib, nelle zone di Deadvlei e Sossusvlei, con l’arido suolo bianco quasi pietrificato, qualche albero spoglio qua e là ed il contrastante sfondo con le più alte dune sabbiose al mondo, che alternano continui giochi di luce ed ombre dai colori rossastri. Il clima arido ed ostile ha plasmato questo pizzico d’Africa in un luogo unico al mondo. Tra un safari e l’altro, non potete perdere i graffiti e le pitture rupestri sulle rocce della Valle di Twyfelfontein presumibilmente risalenti all’età della pietra, seguendo i percorsi e le orme degli antichi boscimani che hanno popolato queste terre. I punti di interesse più frequentati dai turisti sono i parchi nazionali Etosha, Namib, Mudumu ed il Fish River Canyon. Il periodo migliore per un viaggio in Namibia è molto ampio e va da marzo a novembre per chi non è spaventato dalle alte temperature, da maggio ad agosto per chi ama un clima un po’ più fresco specialmente la sera.

guarda le nostre offerte di viaggio

8. Portogallo

Il Portogallo è la meta ideale per chi sogna un viaggio in continuo movimento, tra villaggi, scogliere, panorami diversi tra loro, città storiche, borghi e castelli, monasteri e chiese. Non dovete naturalmente perdere le magnificenze di Lisbona, magari con un viaggio tra i suoi quartieri a bordo dello storico tram 28, ma anche Porto, Coimbra, Faro e non solo. I paesaggi del Portogallo cambiano continuamente, e dal verde e rigoglioso nord, dove regnano preziosi vigneti, si passa alla macchia mediterranea del sud, con aranceti, ulivi e campi di grano.Gli amanti delle spiagge devono sapere che le più belle si trovano al sud, e spesso sono battute dal vento e sono ideali per i surfisti e gli altri sport d’acqua. Molte sono selvagge e solitarie, altre soprattutto nei dintorni di Lisbona, sono più movimentate e vivaci. Nella regione dell’Algarve è un susseguirsi continuo e numeroso di spiagge, calle riparate o rocce dalle quali tuffarsi in acque incredibilmente azzurre. La più suggestiva è praia de Marinha. Il periodo ideale per un viaggio in Portogallo va da aprile ad ottobre, quando le precipitazioni sono rare, praticamente scarse nei mesi estivi di giugno, luglio ed agosto specialmente al centro-sud, tra Lisbona e Faro.

guarda le nostre offerte di viaggio
Torre de Belem, Lisbona
Cascais

9. Malta

Malta, un puntino nel Mediterraneo situato al largo della Sicilia e affacciato all’Africa, è un piccolissimo arcipelago composto da tre isole principali, Malta, Gozo e Comino. La sua storia che ha visto avvicendarsi un susseguirsi continuo di popoli tra i più disparati, Fenici, Greci, Romani ed Arabi, crea ancora oggi un legame inscindibile con il presente. Il passato lo si trova in ogni angolo, nelle strette viuzze della capitale La Valletta e nelle mura che cingono la città, nella cattedrale di San Giovanni che nacque come roccaforte dei cavalieri di Malta e in particolar modo nella città silenziosa di Medina, la vecchia capitale racchiusa da alte mura, o nella antica Rabat. Malta è anche immersa nelle acque più azzurre e cristalline del nostro Mediterraneo. Trasparenze, profondità, blu infiniti caratterizzano il mare che abbraccia l’arcipelago. Si può passare da spiaggette incastonate tra le rocce a scogliere alte che formano archi, grotte e insenature tutte da scoprire con un giro su una delle barche tipiche maltesi dai colori vivaci. Villaggi di pescatori si susseguono sulle coste ricche di pesce, che troverete in molti piatti della cucina maltese, dalla zuppa, allo stufato e alla torta salata ripiena. Ma ora vediamo quando andare a Malta. Il periodo migliore per un viaggio a Malta va dalla tarda primavera fino all’inizio dell’autunno. Per una vacanza di solo mare sono perfetti i mesi da giugno a settembre, mentre per un giro turistico e culturale dell’isola vanno bene tutti i mesi dell’anno.

guarda le nostre offerte di viaggio

10. Islanda

L’Islanda, tra orizzonti infiniti e terre incontaminate, è l’isola più settentrionale dell’Europa e la più vicina alla Groenlandia. La natura invade gli spazi ed il tempo, il ritmo della vita islandese segue i suoi battiti, in ogni angolo la sua presenza riserva una sorpresa. Dai geyser che sbucano dal profondo del suolo con spruzzi bollenti che si innalzano al cielo, ai fumi incandescenti che sbuffano dalla vetta di qualche vulcano, che spesso spuntano all’orizzonte qua e là. Senza lasciarsi sfuggire, con un po’ di fortuna, un incontro ravvicinato con i mostri magici del cielo durante la stagione invernale: le danzanti aurore boreali. Durante il vostro viaggio in Islanda potrete anche riservare una giornata per voi stessi nelle acque geotermali della Laguna Blu (Blue Lagoon) dove godere dei loro benefici e rilassarsi tra le coccole del centro benessere. Davanti alle coste della città di Hùsavik potrete salpare per avventurarvi nell’avvistamento delle balene e delle megattere, che durante l’estate da giugno ad agosto raggiungono le acque islandesi ricche di ghiotti nutrienti. Durante le lunghe giornate primaverili ed estive, tra metà maggio e metà luglio, potrete assistere allo spettacolo delle notti bianche, quando il sole non scende mai sotto la linea dell’orizzonte e la luce del giorno invade ogni cosa. Il periodo ideale per un viaggio in Islanda è durante la tarda primavera e l’estate, da maggio ad agosto, per ammirare la bellezza del sole a mezzanotte e i paesaggi naturalistici nel pieno del loro vigore.

guarda le nostre offerte di viaggio


button
Se ti è piaciuto, condividilo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.