Cookie Policy Recensione commedia musical Aggiungi un posto a tavola - 43nord
Lifestyle

Musical, che passione: Aggiungi un posto a tavola che c’è un amico in più

In settimana sono stata al teatro Verdi di Firenze ad assistere al musical “Aggiungi un posto a tavola”, famosa commedia musicale scritta nel 1974 dai grandissimi Garinei e Giovannini, e musicata dal maestro Armando Trovajoli.

Io sono una grandissima fan di questo musical! La prima volta che l’ho visto avevo 13 anni e da allora l’ho rivisto almeno una decine di volte, in teatri più o meno importanti. Ad ogni nuova edizione, quindi, mi chiedo sempre se sarà o meno all’altezza delle precedenti. Certo, competere con le prime edizioni oggi è veramente difficile! Pensate che gli attori della prima messa in scena erano nientemeno che Johnny Dorelli, Paolo Panelli, Bice Valori e Daniela Goggi, a cui poi si sono alternati negli anni altri grandi attori come Giulio Scarpati, Chiara Noschese e Max Giusti.

Devo dire, però, che la versione portata in scena da Alessandro Longobardi con le coreografie di Gino Landi mi è piaciuta molto. Il cast è composto da attori con molta esperienza tra cui spiccano ovviamente Gianluca Guidi (figlio di Johnny Dorelli, da cui ha ereditato la bravura ed il carisma ma non, purtroppo, la splendida voce!) ed Emy Bergamo (famosa interprete di musical ed attrice televisiva).

La trama

Per chi non conoscesse la trama, “Aggiungi un posto a tavola” racconta la divertentissima storia di un parroco di un paese di montagna che una mattina riceve una telefonata da Dio in persona. Sì…proprio LUI! L’Altissimo ed Onnipotente, che gli ordina di costruire una nuova arca di Noè su cui imbarcare i suoi parrocchiani, perché da lì a 3 giorni la Terra verrà distrutta da un secondo diluvio universale.  Da qui si svilupperanno una serie di situazioni veramente divertenti che vedono come protagonisti il sindaco Crispino, ateo e miscredente, Consolazione, prostituta che giunge in paese il giorno prima del diluvio, Toto, lo scemo del villaggio, e Clementina, da sempre innamorata di Don Silvestro (il parroco). Le musiche ormai famosissime e le gag travolgenti trascinano lo spettatore nelle tre ore di durata del musical, fino al gran finale che ovviamente non vi anticipo.

Trailer ufficiale dello spettacolo “Aggiungi un posto a tavola”

Se vivete in una delle città toccate dal tour teatrale, vi consiglio assolutamente di andare a vedere lo spettacolo!  Vale il costo del biglietto e tornerete a casa con la voglia di aggiungere un posto a tavola se c’è un amico in più.

button
Se ti è piaciuto, condividilo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.